La sede di Genova dell'Istituto si occupa di caratterizzare i trasportatori di membrana integrando gli approcci interdisciplinari basati su metodiche di elettrofisiologia, biochimica, microscopia e biologia molecolare con altri approcci innovativi finalizzati alla determinazione della relazione tra struttura e funzione delle proteine di membrana e delle interazioni cellulari a livello micro- e nano-molecolare. Un focus riguarda il coinvolgimento delle proteine in malattie genetiche come, per esempio, la fibrosi cistica o l’epilessia.

Altre linee riguardano l’uso della microscopia a forza atomica (AFM) per caratterizzare vari sistemi biologici, lo studio delle risposte di cellule/organismi sotto stress, protocolli di biomonitoraggio, studi di cellule staminali, modellistica e simulazione di strutture bidimensionali di cellule cardiache per lo studio dei meccanismi coinvolti nelle aritmie cardiache.

Schematicamente, questi sono gli ambiti di contenuto dell’attività scientifica della sede di Genova dell’Istituto di Biofisica:

  • Meccanismi molecolari della membrana cellulare
  • Meccanismi e processi della comunicazione cellulare.
  • Malattie genetiche
  • Neuroscienze e farmacologia delle neuropatologie
  • Studio di molecole e composti di interesse farmacologico
  • Progettazione, analisi e caratterizzazione di composti, prodotti e biosensori
  • Materiali e dispositivi per la biologia e medicina
  • Analisi di segnali ed immagini di interesse farmacologico e biomedico
  • Studio di molecole di interesse agro-ambientale
  • Modelli di organizzazione e dinamica di sistemi complessi